giovedì 25 febbraio 2016

Davvero non c'è differenza tra una pecora e un uomo?

La Pasqua si avvicina e come tutti i santi anni, impazzano sul web i post contro l'uccisione degli agnelli. In particolare mi ha colpito questa immagine dal titolo: "Quando tutti capiranno che non c'è differenza.... allora potremo chiamarci umani."




Ma davvero non c'è differenza tra una pecora e un uomo?

Insomma... io un po' di differenze le vedo...

A destra vedo una donna accudire il proprio bimbo. Lo amerà per tutta la vita più di se stessa. Lo seguirà crescere, farà le nottate aspettandolo che rientri dalla discoteca...

A sinistra vedo una pecora accudire il proprio cucciolo. Lo seguirà per un mesetto, finché il cucciolo non sarà indipendente e presto si dimenticherà di lui, visto che si accoppierà nuovamente e darà alla luce altri cuccioli, che seguiranno la stessa sorte...

A destra vedo una madre, che guarderà suo figlio adulto con soddisfazione e orgoglio, seguendo i suoi successi, i suoi studi, il suo lavoro... Magari diventerà medico e scoprirà cure importanti contro le peggiori malattie... O diventerà un astronauta, o un ingegnere che costruirà opere grandiose.. O un artista di successo, che comporrà della bella musica capace di farci sognare... O un ricercatore, che farà importanti scoperte che ci faranno progredire come società...

A sinistra vedo un animale, che vive d'istinto, che "apprende" per associazione di azioni, che segue il gregge e il suo pastore senza razionalità e i ritmi della sua vita sono scanditi da calore-parto-allattamento-calore.

A destra vedo un mammifero onnivoro predatore.

A sinistra vedo un mammifero erbivoro preda.

A destra vedo una mamma dotata di sentimenti e razionalità, che sa cucinare, pulire, stirare, prendersi cura del marito e dei figli, capace di coinciliare vita domestica e lavoro.

A sinistra vedo semplicemente il mio pranzo di Pasqua (e non solo).

Ma forse sì, non c'è poi così tanta differenza tra una pecora e un uomo, soprattutto quando quest'ultimo condivide immagini come quella, senza fermarsi un attimo a riflettere.


2 commenti:

  1. Mi sa che ti becchi il mio like.
    (ok, magari dormivi già lo stesso,eh)
    ma vista anche la pubblicità che ti fanno i trollini..

    RispondiElimina
  2. Grazie :) Se hai anche tu un blog, ricambio volentieri il "like".. :)

    RispondiElimina