venerdì 11 maggio 2018

Telecamere nei macelli obbligatorie in Inghilterra


Il Governo britannico ha approvato la legge, entrata in vigore il 4 maggio 2018, che richiede l’installazione obbligatoria delle telecamere in tutti i macelli in Inghilterra, leader globale per gli standard di benessere degli animali.

Tutti i macelli dovranno conformarsi alle nuove regole entro il 5 novembre 2018, e installare le telecamere nei macelli in tutte le aree in cui sono presenti animali vivi.


I veterinari ufficiali avranno accesso illimitato alle riprese per rassicurare i consumatori sul fatto che gli standard di benessere elevati vengono effettivamente applicati.

Il ministro per il benessere degli animali Lord Gardiner ha affermato: “Il governo condivide l’alta considerazione che il pubblico assegna al benessere degli animali e siamo orgogliosi di avere alcuni dei più alti standard del mondo. Oggi accogliamo con favore la nuova legge che richiede l’installazione obbligatoria delle telecamere in tutti i macelli in Inghilterra. Siamo una nazione che si prende cura degli animali e queste misure forti garantiranno che tutti gli animali vengano trattati con il massimo rispetto in tutte le fasi della vita, permettendoci di continuare a percorrere la strada per elevare gli standard di benessere animale”.


Disinformazione sulle caramelle gommose


Oggi mi sono imbattuta in questo video. Come potete vedere viene mostrato il processo produttivo della gelatina per le caramelle gommose. Il video però è ad effetto: il processo viene fatto vedere al contrario, a rallentatore, con una musica inquietante di sottofondo. Il video, di chiaro stampo animalista, mira a suscitare schifo, sdegno e ribrezzo. Ci sono studi psicologici dietro, per colpire nell’animo lo spettatore.

Non fatevi ingannare e vi invito a guardare il video col giusto distacco. E soprattutto pensate che i nostri nonni e bisnonni mettevano la cotenna del maiale nella pasta e fagioli, per arricchirla dal punto di vista nutrizionale e scongiurare la malnutrizione. Con questo non voglio di certo promuovere le caramelle gommose, di cui anche io non sono una grande fan, ma non di certo per colpa del processo produttivo della gelatina, che è ineccepibile e sicuro, ma più per gli zuccheri e soprattutto per la presenza di coloranti.


Sui coloranti però c’è da fare anche qui un discorso a parte: quelli che vengono usati sono comunque ammessi dall’Unione Europea, perché scientificamente dimostrati sicuri. Poi le dosi sono talmente minime da non avere alcun effetto reale sulla salute. Bisognerebbe ingerire chili e chili di caramelle tutti i giorni per avere un impatto negativo significativo. E questo, nella realtà, non avviene.

Concludo consigliando di evitare comunque di abituare i bambini a consumare regolarmente questi prodotti, per educarli già da piccoli ad un’alimentazione sana.

giovedì 10 maggio 2018

La carne ti fa potente: ecco il legame tra dieta vegana e impotenza


Per i vegetariani e ancor di più per i vegani, il desiderio sessuale è a rischio. L’andrologo Nicola Mondaini, Dirigente Medico dell'Unità di Uro-andrologia dell'Ospedale Santa Maria Annunziata di Firenze conferma: “Il vegetarianesimo potrebbe avere effetti negativi sul desiderio sessuale. A rischio anche la meccanica dell'erezione. Questo è dovuto ad una deficienza di zinco, strettamente associata alla riduzione del testosterone e alla depressione dello stimolo sessuale".


Sono diversi infatti gli studi che mostrano che chi mangia carne, ed in particolare la carne rossa, ha livelli di testosterone più alti, mentre sostituirla sempre con vegetali e in particolare con la soia, ne determina una notevole diminuzione.

Perfino i monaci buddisti avevano notato che il tofu li aiutava a ridurre il desiderio sessuale e a rispettare il voto di castità. Oggi sappiamo che questo effetto è dovuto agli isoflavoni della soia, che imitano gli estrogeni, gli ormoni sessuali femminili, portando a disfunzioni erettili e impotenza.

"Meglio seguire un regime di dieta mediterranea - sottolinea Mondaini - che determina esiti diretti positivi anche sulla sfera sessuale con aumento del testosterone, controllo del colesterolo e aumento dell’attività anti-ossidante”.


Fonte Il Giornale 

Leggi anche la mia intervista su BraciamiAncora.Com: “Una bella bistecca migliora le prestazioni sessuali

Per saperne di più sull’impatto della soia sulla riproduzione e fertilità: “La soia fa bene o fa male?

È il pollo la carne più amata dagli italiani


È il pollo la carne più amata dagli italiani: lo confermano i consumi in crescita, rilevata da una recente indagine condotta da Unaitalia (Unione nazionale delle filiere delle carni e delle uova).


Complessivamente, sottolinea il report, lo scorso anno il fatturato del settore avicolo è stato pari a 5.850 milioni di euro, in aumento rispetto ai 5.450 milioni del 2016. Inoltre, il 103,6% delle carni di pollo consumate è stato prodotto in Italia, percentuale che sale al 121,3% nel caso di quelle di tacchino. Guardando ai prossimi mesi, Alberto Waldner, presidente di Unaitalia, ipotizza un aumento delle produzioni totali di carni avicole, “in particolare di carne di pollo, mentre si prevede una sostanziale stazionarietà per la produzione di quella di tacchino e per le altre specie avicole”.

Leggi anche il mio articolo su Sapere Food Magazine: 

La moda vegana sta calando: parola di Cremonini


"L’uomo è onnivoro e alla lunga vincono quelli che vivono secondo natura": lo ha detto Luigi Cremonini, leader europeo nel settore carni, durante la presentazione di Filiera Italia a Cibus 2018. 

"La moda della dieta vegana, del regime alimentare senza carne e proteine derivate da animali, sta già calando. Come tutte le cose che vanno contro natura, alla fine finiscono. Alla lunga vincono quelli che vivono secondo natura, e l'uomo è onnivoro. Ed io faccio un mestiere diverso dai vegani".

Champagne? :D 


Fonte Ansa

sabato 5 maggio 2018

Uova e colesterolo, un mito da sfatare


Quanti di voi che soffrono di colesterolo alto evitano di mangiare le uova, oppure separano il tuorlo e mangiano solo l’albume?

È vero che un uovo di medie dimensione contiene circa 200 mg di colesterolo, concentrato principalmente nel tuorlo, ma la bella notizia è che il colesterolo negli alimenti ha poca influenza sul colesterolo ematico.


Il colesterolo infatti è di produzione endogena ed è essenziale per vari processi corporei, come nell'isolamento delle cellule nervose nel cervello, nella struttura delle membrane cellulari o nella produzione degli ormoni sessuali.

Dunque fornendo colesterolo con gli alimenti, l’organismo si sente già “sazio” di colesterolo e diminuisce la produzione endogena. Al contrario una dieta senza colesterolo può essere controproducente, in quanto l’organismo impara sempre meglio a produrlo autonomamente per le sue funzioni, alzando così i livelli di colesterolo nel sangue.

Ecco perché chi è magro e segue diete troppo light può avere paradossalmente il colesterolo alto. Da non sottovalutare però anche la componente ereditaria.
Dunque anche chi ha il colesterolo alto può non privarsi di un alimento nobile come le uova, ricchissime di proteine e nutrienti, tra cui anche grassi insaturi benefici. Quello a cui dobbiamo davvero stare attenti sono i grassi vegetali idrogenati (es. margarine), presenti in vari alimenti. Per cui leggete sempre le etichette ed evitateli. 

giovedì 3 maggio 2018

Sperma e formaggio per restare giovani: lo conferma uno studio su Nature Medicine


Lo studio “Cardioprotectionand lifespan extension by the natural polyamine spermidine”, pubblicato su Nature Medicine dimostra che la spermidina, una sostanza contenuta nello sperma ma anche in tanti alimenti, come formaggi stagionati e piselli, aiuta a restare giovani. Un vero e proprio elisir di lunga vita che aiuta anche a proteggere le funzioni del cuore.


I topi a cui è stata somministrata la sostanza hanno registrato una maggiore durata della vita, un miglioramento delle prestazioni del cuore e una ridotta pressione sanguigna. Gli studiosi spiegano che la spermidina è in grado di indurre le cellule a sbarazzarsi delle componenti vecchie e non più funzionali, rinnovando e migliorando il metabolismo cellulare in generale.

Lo studio è stato esteso anche a 800 individui del comune di Brunico in cui il consumo di cibi ricchi di spermidina è risultato associato ad un minor rischio cardiovascolare e di pressione alta.

Saranno messi a punto studi clinici più accurati per studiare l'azione di questo composto.

Ecco gli alimenti col più alto contenuto di spermidina:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2848593/table/T2/


Fonte ANSA